Categorie
Aiuto per viaggiatori

Documenti, raccomandazioni e requisiti per viaggiare in Tailandia

Se hai intenzione di fare un viaggio in Thailandia, dovresti tenere presente che i cittadini di alcuni paesi devono avere un visto. In questo articolo spieghiamo quale documentazione è necessaria per visitare il paese, oltre a informarti sui consigli sulla salute che si consiglia di seguire.

Di seguito hai un indice con tutti i punti che tratteremo in questo articolo.

Documenti necessari

C’è un elenco di paesi che appartengono alla categoria di Esenzione dal visto turistico, quindi i suoi abitanti non hanno bisogno di richiedere un visto. Tuttavia, devono avere un passaporto valido per 6 mesi al momento della partenza, un biglietto di andata e ritorno e risorse finanziarie sufficienti (10.000 baht a persona e 20.000 a famiglia).

Baht è la valuta ufficiale della Thailandia. In tutto il suo territorio troverai numerose banche o case di cambio dove puoi acquistarlo in cambio di euro, pesos, ecc. Tuttavia, puoi anche cambiare denaro nelle banche del tuo paese. Un baht equivale a 0,2 e 0,6 MXN.

Gli Stati i cui cittadini possono godere di questo diritto sono i seguenti:

  • PER: Germania, Australia, Austria
  • B: Bahrein, Belgio, Brasile, Brunei
  • C: Canada, Corea del Sud
  • D: Danimarca
  • E: Emirati Arabi Uniti, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti
  • F: Filippine, Finlandia, Francia
  • sol: Grecia
  • H: Hong Kong, Ungheria
  • io: Indonesia, Irlanda, Islanda, Israele, Italia
  • J: Giappone
  • K: Kuwait
  • L: Liechtenstein, Lussemburgo
  • M: Malesia, Monaco
  • N: Norvegia, Nuova Zelanda
  • O: Oman
  • P: Paesi Bassi, Perù, Polonia, Portogallo
  • Q: Qatar
  • R: Regno Unito, Repubblica Ceca
  • S: Singapore, Sudafrica, Svezia, Svizzera
  • T: Tacchino
  • V: Vietnam

Le persone provenienti da questi territori possono rimanere per un massimo di 30 giorni se sono arrivati ​​in aereo e 15 se lo hanno fatto via terra o via mare. Tuttavia, Germania, Canada, Italia, Giappone, Malesia e Regno Unito hanno 30 giorni indipendentemente dal mezzo scelto. Inoltre, tutti possono andare e venire più volte e hanno un limite di 90 giorni in sei mesi.

D’altra parte, alcuni paesi hanno accordi bilaterali con la Thailandia. Grazie a loro, i loro cittadini possono viaggiare in Tailandia senza richiedere un visto. Questi sono gli stati beneficiari e il tempo che i loro abitanti possono trascorrere in Tailandia:

  • 14 giorni: Cambogia e Myanmar se si entra attraverso un aeroporto internazionale
  • 30 giorni: Hong Kong, Laos, Macao, Mongolia, Russia e Vietnam
  • 90 giorni: Argentina, Brasile, Cile, Corea del Sud e Perù

visti

Le persone provenienti da altri paesi devono richiedere un visto per viaggiare in Thailandia. Tuttavia, ci sono diversi tipi:

Visto all’arrivo

Il Visto all’arrivo o Visto all’arrivo È un tipo di permesso che può essere richiesto online se viaggi all’aeroporto internazionale di Suvarnabhumi, a Bangkok o quando arrivi in ​​una delle stazioni di immigrazione della Thailandia. Per conoscere i centri di immigrazione disponibili, fare clic su in questo link.

Paesi che possono richiedere a Visto all’arrivo Sono i seguenti:

  • PER: Andorra, Arabia Saudita
  • B: Bhutan, Bulgaria
  • C: Cina, Cipro
  • E: Etiopia
  • io: India, Maldive, Mauritius
  • K: Kazakistan
  • L: Lettonia, Lituania
  • M: Malto
  • R: Romania
  • S: San Marino
  • O: Ucraina, Uzbekistan

Quando si richiede un visto, è necessario presentare il biglietto di andata e ritorno, il modulo di domanda e una recente carta d’identità 4 × 4 cm, nonché pagare 2.000 baht.

Visto turistico

Il resto dei paesi che non sono stati menzionati prima, tra cui Guatemala, Colombia, Messico ed Ecuador, devono richiedere un visto all’ambasciata se desiderano fare una visita turistica in Thailandia.

Ci sono due tipi a partire dal Visto turistico: quello di una voce, che ti permette di rimanere 60 giorni nel paese, e il Visto per ingressi multipli (METV), con cui è possibile inserire più volte e rimanere fino a 60 giorni in ogni occasione per sei mesi. Il primo ha un prezzo di 35 dollari USA e il secondo di 170.

Questo documento può essere richiesto sia personalmente che tramite corriere. I documenti che devono essere presentati quando si richiede questo permesso sono i seguenti:

  • Modulo di domanda stampato e firmato come il passaporto.
  • Fotografia a colori recenti di 2,5 × 4,5 cm.
  • Passaporto originale con una validità minima di sei mesi e una copia della prima pagina.
  • Prova del biglietto di andata e ritorno.
  • Prova della prenotazione dell’hotel o dell’alloggio.
  • Prova di reddito (lettera di assunzione e / o stato del conto bancario). Se il voucher non è intestato al viaggiatore, è necessario allegare una lettera a conferma della copertura delle spese di quest’ultimo.
  • Prova di indirizzo.
  • Prova di pagamento originale, che deve essere effettuata sul conto bancario dell’ambasciata. In Messico, deve essere effettuato tramite carte di deposito Scotiabank e in Guatemala, tramite bonifico dalla Banca industriale.
  • Se richiedi un visto per ingressi multipli, devi presentare l’estratto conto bancario che mostri le entrate degli ultimi sei mesi. Nel caso del Messico, è necessario disporre di un saldo finale minimo di 120,00 MXN per una persona o 235.000 per una famiglia.

Altre autorizzazioni

Il Visto per non immigranti viene elaborato per partecipare a riunioni di lavoro, studio, viaggi per scopi religiosi, ecc. All’interno di questo tipo, la categoria B è per le persone che vogliono vivere e lavorare in Thailandia. Oltre a ottenere un visto, devono richiedere un permesso di lavoro.

D’altra parte, il Visto di transito Spetta alle persone che devono passare attraverso la Thailandia per raggiungere la loro destinazione finale. Per fare una scala di meno di otto ore, non è necessario.

Vaccini e requisiti sanitari

Le persone di un paese a rischio di febbre gialla dovrebbero essere vaccinate contro questa malattia. Inoltre, non esiste nessun altro vaccino obbligatorio per visitare la Thailandia. Tuttavia, quelli consigliati per viaggiare verso qualsiasi destinazione sono i seguenti:

  • Epatite A
  • Tetano-Difterite
  • Triplo virale (morbillo, rosolia e parotite)

Inoltre, se rimarrai a lungo in aree a rischio come le risaie, si raccomanda il vaccino contro l’encefalite giapponese, così come la rabbia se stai per entrare in contatto con animali.

Se hai intenzione di viaggiare in più paesi dell’Asia, qui puoi trovare la vaccinazione obbligatoria e raccomandata in ogni area: Requisiti per viaggiare in Asia: vaccini, consigli e documentazione.

Nelle aree rurali delle foreste meridionali e settentrionali, esiste un pericolo maggiore di contrarre la malaria, per la quale esiste una droga. Si consiglia inoltre di utilizzare un repellente per zanzare per evitare altre malattie come dengue.

D’altra parte, i narcotici sono vietati. Pertanto, se hai bisogno di un farmaco che ne includa uno, devi tenere un referto medico che ne giustifichi l’uso.

Consigli per gli spagnoli

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione della Spagna fornisce alcuni consigli utili per le persone che viaggiano in Tailandia. Per quanto riguarda la salute, gli ospedali sono di alta qualità, ma le loro tariffe sono alte e partecipano solo con garanzia di pagamento. Pertanto, è importante stipulare un’assicurazione medica.

Nel paese ci sono alcuni casi di virus Zika, che si diffonde zanzare (sebbene possa verificarsi anche attraverso la trasmissione sessuale). Tieni presente che è pericoloso per le donne in gravidanza, poiché può causare gravi danni al feto.

La dengue si verifica principalmente nella stagione delle piogge (tra maggio e novembre), nel centro e nel nord del paese. È essenziale utilizzare un repellente per zanzare, ma se noti alcuni sintomi come la febbre, dovresti andare dal medico.

Né dovremmo dimenticare di bere acqua in bottiglia e mangiare frutta e verdura che sono state lavate con un disinfettante. D’altra parte, va ricordato che esiste un notevole indice di persone con AIDS, una malattia a trasmissione sessuale.

Per quanto riguarda la sicurezza, il Ministero avverte che guidare nel paese è piuttosto sconsiderato, quindi bisogna fare attenzione quando si viaggia. Inoltre, è necessario prestare attenzione quando si noleggia un veicolo, controllando che sia in buone condizioni e che non sia mai stato rilasciato il passaporto come garanzia.

Nella stagione delle piogge, evitare le spiagge incontrollate del Mare delle Andamane, in quanto vi sono forti correnti. Se vuoi conoscere il resto delle linee guida concesse da questa organizzazione, puoi conoscerle facendo clic in questo link.

Domande dell’utente

Ho bisogno di un passaporto per viaggiare in Tailandia?

Sì, vieni dal paese in cui ti trovi e anche se non hai bisogno di richiedere un visto, avere un passaporto con una validità minima di sei mesi è un requisito obbligatorio.

Uno spagnolo ha bisogno di un visto?

No, come abbiamo indicato, se la visita dura fino a 30 giorni e per scopi turistici, non è necessario richiedere un visto.

Quanto tempo ci vuole per un visto per andare in Thailandia?

Le domande vengono in genere elaborate in due giorni lavorativi, sia di persona che per posta. Si consiglia di gestirli almeno 15 giorni prima del viaggio.

Questo articolo è stato condiviso 219 volte.

Infine, abbiamo selezionato l’articolo precedente e successivo del blocco “Prepara il viaggio“così puoi continuare a leggere:

Lascia un commento