Categorie
Eventi

Gita stagionale allo zafferano

È interessante percorrere le strade che attraversano la Castiglia della Mancia, godendosi il percorso che il Chisciotte della Mancia ha fatto nell’opera letteraria di Cervantes, dove i ricordi scritti sulle loro pagine sono vissuti quando vedono quegli enormi mulini a vento, che in realtà assomigliano giganti di lunghe lance, passando per antichi eremi e visitando piccole città che richiamano antiche regioni medievali.

Zafferano

Ma senza dubbio un aspetto del paesaggio naturale della Castiglia che cattura con maggiore attenzione la nostra visione delle strade nei mesi da settembre a novembre, sono le pianure estese e piatte della regione dove ci sono cambiamenti aggressivi di colore tra il viola brillante vivido e pallido sfumature di marrone, dove le vigne e le produzioni di zafferano avvengono con un boom maggiore che in qualsiasi altro … un commercio che mantiene vive le tradizioni e che ha sicuramente occupato gli abitanti di regioni come la Manchuela de Cuenca, la Motilla del Palancar, attraverso dolci ondulazioni nel paesaggio ancora dominato dai campi di zafferano di Tarazona in direzione ovest attraverso la Roda fino a raggiungere Camuñas dove possiamo riposare qualche giorno per approfittare della conoscenza del processo dello zafferano. Dove sono necessari migliaia di fiori di zafferano per ottenere piccoli chilogrammi di stimmi intensi e rossi, separati uno ad uno con una delicatezza speciale, posizionandoli all’interno di morbidi cestini di seta, per poi arrostirli a fuoco basso, che dà il vivace tono rosso-acceso, a passali attraverso l’acqua di cottura che darà loro il tocco finale e caratteristico del rosa pallido.

Zafferano

È senza dubbio una ricreazione che attira molti turisti e personaggi ecologici dal mondo dei vivai nell’area occidentale e da tutto il mondo.

Zafferano

Lascia un commento