Categorie
ONG e volontariato

Povertà in America Latina: cause, conseguenze e soluzioni

La povertà è un problema serio che non scompare dall’America Latina. Si verifica in modo irregolare e per cause diverse. Sapere quali sono i paesi più poveri del territorio e le possibili soluzioni a questo conflitto.

Di seguito hai un indice con tutti i punti che tratteremo in questo articolo.

statistica

La povertà in America Latina è un problema considerevole, essendo questa regione il più diseguale del pianeta Allo stesso modo, il tasso di crescita nel 2014 è stato inferiore alla media mondiale.

L’organismo che pubblica la maggior parte dei dati su questo fatto è ECLAC: la Commissione economica per l’America Latina e i Caraibi. Lo stesso vale per l’IDB (Banca interamericana di sviluppo) e la Banca mondiale.

Negli ultimi anni ci sono stati grandi cambiamenti nel territorio. Tra il 1980 e il 1990, periodo noto come «il decennio perduto«, La povertà è aumentata dal 40,5% al ​​48,4%, lasciando in difficoltà 204 milioni di persone.

Area sottosviluppata di Santa Marta, Colombia

Durante gli anni ’90, c’è stata una moderata riduzione grazie alla crescita e all’apertura economica. Tuttavia, alla fine di questi anni c’è stata una stagnazione o una crescita del sottosviluppo in alcuni paesi.

È nel 21 ° secolo che si manifesta una notevole diminuzione, che al momento è stata frenata, quindi siamo di nuovo in un periodo di paralisi della crescita.

Dal 2012, il tasso di povertà in America Latina e nei Caraibi è stato stagnante. Nel 2014, 168 milioni di persone vivevano in una situazione di carenza, che rappresenta il 28,2% della popolazione. Inoltre, i senzatetto si sono verificati in 70 milioni di persone.

Paesi più poveri

Esiste una marcata disuguaglianza tra i diversi territori, poiché alcuni dei paesi dell’America Latina sono dieci volte più ricchi di altri, quindi la carenza non è distribuita in modo omogeneo.

Honduras: il paese più povero dell'America Latina

Secondo i dati forniti dalla Banca mondiale, la classifica dei 10 paesi più poveri L’America Latina è la seguente:

  1. Honduras
  2. Guatemala
  3. Nicaragua
  4. Colombia
  5. Bolivia
  6. Venezuela
  7. Ecuador
  8. Il salvatore
  9. Perù
  10. Messico

I paesi in cui la povertà è aumentata maggiormente tra il 2010 e il 2014 sono Uruguay, Perù e Cile. D’altra parte, tenendo conto del PIL (prodotto interno lordo), i paesi più ricchi del territorio sono Cile, Panama e Uruguay.

Cause e conseguenze

Ce ne sono numerosi Le cause di sottosviluppo, sia in Sud America che in America Centrale. Nel corso della storia, la ragione principale è stata la disuguaglianza sociale in relazione al reddito e alla distribuzione della povertà.

Per quanto riguarda l’occupazione, gli stipendi dei lavoratori sono generalmente bassi, con insicurezza lavorativa. Inoltre, ci sono lacune quando si tratta di trovare lavoro tra persone di sesso, età, area, etnia e razza diversi.

Riferendosi a Gestione pubblica, evidenzia corruzione, bassi investimenti nel capitale umano e fisico e politiche economiche e sociali insufficienti adeguate alla situazione.

Sottosviluppo in America Latina: un problema da risolvere

L’inflazione in molti paesi dell’America Latina svaluta la valuta e fa aumentare i prezzi. Questa inflazione è generalmente accompagnata da tasse elevate e restrizioni all’imprenditorialità.

In relazione alla globalizzazione, la deforestazione di ampie aree naturali ha causato siccità in alcune aree, nonché la scomparsa di fauna e flora e l’espansione delle colture commerciali.

Le grandi tenute, fattorie su larga scala, sono concentrate in poche mani, mentre piccoli territori sono distribuiti tra molti proprietari, il che produce tensioni e scontri e impedisce una corretta modernizzazione del settore agricolo.

Inoltre, troviamo una dipendenza dai paesi industrializzati, un onere significativo del debito interno e un malfunzionamento dei mercati internazionali.

Questi fatti sono importanti conseguenze per il continente, tra i quali spiccano:

  • Violenza
  • Bassa aspettativa di vita
  • Malnutrizione
  • Analfabetismo
  • sovraffollamento
  • sottoccupazione
  • emarginazione
Rocinha: la più grande baraccopoli dell'America Latina

Allo stesso modo, il sottosviluppo colpisce direttamente i bambini, incoraggiando il lavoro minorile e abbandonando la scuola, che a sua volta è il risultato di bassi livelli di istruzione e scarso accesso a un’occupazione qualificata.

Tipi di povertà

La carenza in America Latina è multidimensionale, poiché influisce sulle cinque dimensioni di base, ovvero alloggio, servizi di base, sanità, istruzione e attività ricreative.

Tuttavia, alcuni tipi di povertà spiccano di più, tra cui i seguenti:

  • Cibo: circa 47 milioni di persone in Sud America, America Centrale e Caraibi soffrono di carestia, cioè sono denutrite. Il problema della fame non è nella produzione, ma nella mancanza di accesso al cibo, i cui prezzi alcune famiglie non possono permettersi, soprattutto quando c’è un’era dell’inflazione.
  • Infantile: il sottosviluppo nei bambini è maggiore rispetto ad altre fasce d’età. Milioni di bambini non hanno accesso a standard minimi di cibo, istruzione, salute e alloggio.
  • Estremo: L’11,8% della popolazione soffre, poiché non dispone di risorse sufficienti per coprire le esigenze di base del cibo. Questa situazione è più grave nelle popolazioni indigene e nella popolazione afro-discendente.
  • Rurale: Sebbene in queste aree il tasso di partecipazione del lavoro sia più elevato, il sottosviluppo rurale è più elevato di quello urbano.
  • Urbano: nelle città c’è anche un alto livello di precarietà. La popolazione tende a concentrarsi in queste aree a causa della scarsa qualità della vita in campagna.
  • Femmina: C’è una differenza tra i sessi, poiché le donne soffrono di maggiori carenze. In generale, i loro stipendi sono più bassi, quindi il reddito della donna non è sufficiente, il che è un problema nei genitori single.
Le condizioni di lavoro delle donne latinoamericane

soluzioni

Sebbene la povertà in America Latina sia diminuita negli ultimi anni, non vi è stato alcun aumento nell’accesso a servizi pubblici di qualità. Inoltre, esiste ancora una scarsa copertura nella protezione sociale.

Per questo motivo, gli investimenti nella sanità, nell’istruzione e nelle infrastrutture dovrebbero essere aumentati e applicati correttamente nelle aree urbane e rurali.

Allo stesso modo, il Aiuti sociali per un migliore inserimento lavorativo e salari dignitosi, soprattutto per i settori più retrocessi, come nel caso delle donne.

Per porre fine alla fame e alla carenza, diverse organizzazioni delle Nazioni Unite stanno lavorando in questi territori, tra cui l’UNICEF (Bambini), la FAO (Alimentazione e Agricoltura) e l’UNDP (Sviluppo).

Dall’ECLAC, i governi sono invitati a lavorare insieme e in solidarietà, in modo che con finanziamenti sufficienti, possano essere assegnate politiche che riducano il sottosviluppo.

Questo articolo è stato condiviso 168 volte.

Infine, abbiamo selezionato l’articolo precedente e successivo del blocco “Povertà nel mondo“così puoi continuare a leggere:

Lascia un commento