Categorie
Cultura e tradizioni

Tradizioni, costumi e feste della Spagna

In Spagna troviamo un insieme di tradizioni e feste che formano una cultura unica al mondo. Pertanto, in questo articolo parliamo dei tuoi costumi e feste più importanti. Mentre alcuni sono praticati anche in altri paesi, altri sono piuttosto curiosi per le persone di altri territori.

Di seguito hai un indice con tutti i punti che tratteremo in questo articolo.

Il Natale è un periodo che gli spagnoli di solito trascorrono in famiglia. Le case sono decorate con l’albero di Natale, la nascita o Betlemme e la stella di Natale. La notte del 24 dicembre si chiama vigilia di Natale. In questo, viene preparata una cena succulenta. Quella stessa notte arriva Babbo Natale, l’equivalente di Babbo Natale, quindi è una tradizione acquisita dagli Stati Uniti.

Tuttavia, i bambini ricevono un’altra visita tipica della Spagna: I tre saggi. I tuoi regali appariranno il 6 gennaio. Se i bambini si sono comportati male, li lasciano carbone. Tra i dolci che abbondano in questi giorni ci sono torrone, polvorones e mantecados.

Il 31 dicembre viene celebrato il capodanno. Per entrare con buon piede nel nuovo anno, è consuetudine mangiare dodici uva e indossare biancheria intima rossa.

Se vuoi conoscere il resto delle usanze di queste date, ti consigliamo il seguente articolo: Usanze tipiche quando si celebra il Natale in Spagna.

Feste religiose

Nella cultura spagnola troviamo tradizioni e festival legati alla religione, in questo caso il cristiano cattolico. Il 1 ° novembre è il giorno di Ognissanti. Durante questo giorno, le famiglie di solito vanno al cimitero per portare fiori. È l’equivalente del Giorno dei Morti in America Latina.

Per diversi anni, la sera prima, il 31 ottobre, i più piccoli celebrano Halloween travestendosi da personaggi spaventosi. Questa usanza viene acquisita anche dall’America.

Un’altra eccezionale celebrazione religiosa è Pasqua. In questi giorni, che sono a marzo o aprile, vengono organizzate processioni in cui le immagini religiose vengono prese per le strade e alcune persone si vestono coprendosi il viso. Questi sono i cosiddetti cappuccini. La Settimana Santa più straordinaria è quella celebrata in Andalusia, in città come Siviglia.

Nozze

I matrimoni spagnoli sono organizzati sia dalla Chiesa che dai civili. Nel caso di un matrimonio religioso, durante la cerimonia, gli sposi si scambiano tredici arra o monete.

L’anello sposato è posto sull’anulare, perché in esso c’è una vena che va direttamente al cuore. Una volta terminata la cerimonia, quando gli sposi escono, gli ospiti lanciano loro il riso.

Al banchetto, dopo aver mangiato, a torta nuziale Taglia larga. Sono gli sposi con una lunga spada che sono responsabili di rendere questo il primo taglio. È anche tradizione offrire agli ospiti un piccolo dettaglio come ricordo di questa data. Di solito è un regalo diverso per donne, uomini e bambini.

San Fermin

A Pamplona, ​​una città della Navarra, i suoi festival più famosi vengono celebrati tra il 6 luglio e il 14 luglio. Questi sono in onore di San Fermin, il cui giorno principale è il 7 luglio.

Le persone che trascorrono questi giorni di solito indossano l’abito tipico dell’evento, che consiste nell’andare tutto in bianco, con una sciarpa rossa sul collo e una cintura rossa legata in vita.

L’attività che più attira l’attenzione degli stranieri che vengono qui è quella del confini. Diversi tori vengono rilasciati ogni mattina alle otto attraverso alcune strade di Pamplona. I più coraggiosi li precedono su un percorso di circa 850 m.

fiammingo

Il flamenco è il genere musicale più conosciuto in Spagna. Tuttavia, non è tipico dell’intero territorio spagnolo, ma la sua tradizione è concentrata nel sud del paese. Questo genere folcloristico è diviso in tre parti: cantare, ballare e suonare (la chitarra).

La danza viene eseguita individualmente e ha una grande parte di improvvisazione. È una danza appassionata e in cui devi essere concentrato. Il flamenco è considerato patrimonio culturale dell’umanità dall’UNESCO.

Nella sua origine abbiamo trovato diverse influenze, come quella musulmana, ma anche gli zingari sono stati coinvolti nel suo sviluppo. Se vuoi saperne di più su questo gruppo etnico, il seguente articolo sarà interessante: Caratteristiche e curiosità del gruppo etnico zingaro.

corride

La corrida è un’attività che di solito è organizzata durante le festività di una località. Questi vengono sempre eseguiti all’interno di a arena. Le piste hanno un protocollo rigoroso che è stato mantenuto dal 18 ° secolo.

In questi, il torero è responsabile dell’uccisione del toro. Prima di questo, lo combatte con il mantello rosso o rosa e giallo. Di solito, una corrida è composta da sei tori e tre toreri, ma sono corride individualmente.

Questa attività genera un’importante controversia nel paese, poiché una parte della popolazione è contraria a questo spettacolo. In Catalogna sono vietati, mentre, dal 2017, nelle Isole Baleari devono essere effettuati senza danneggiare o uccidere l’animale.

Abitudini alimentari e culinarie

Il cibo fa parte della cultura spagnola. Per gli abitanti di questo paese, celebrazioni come compleanni si svolgono sempre lungo un tavolo insieme ad amici e parenti. Tanto che alcuni pasti possono essere prolungati per ore.

In Spagna è presente la dieta mediterranea, con prodotti come olio d’oliva, verdure o pesce. Tuttavia, soprattutto nelle zone settentrionali e interne, sono tipici anche piatti con grandi quantità di carne.

In ogni comunità autonoma troviamo diversi piatti tradizionali diversi. Ad esempio, a Valencia è tipico mangiare la paella la domenica. Puoi conoscere il resto dei piatti della gastronomia spagnola in questo articolo: I piatti tipici della Spagna da parte di comunità autonome.

Fare affari

Quando fanno affari, gli spagnoli preferiscono gli incontri di persona. Questi sono organizzati in anticipo e la puntualità di solito non è un aspetto rigoroso per loro.

Quando si salutano, è comune stringere la mano. Se una persona ti dà il suo biglietto da visita, è educato ricambiare dandogli uno dei tuoi. Se non vi è fiducia tra le parti, queste sono riservate ai dettagli specifici della loro attività.

Se viene organizzato un pasto per trattare con gli affari, questo argomento viene discusso alla fine, al tavolo, e di solito è la persona che ha organizzato l’incontro a pagare il conto.

Pisolino

Il pisolino è un aspetto che attira l’attenzione di alcuni viaggiatori che visitano la Spagna. Consiste in una pausa tra 20-30 minuti che si svolge dopo aver mangiato.

Questo periodo di sonno è una pausa per recuperare le forze e continuare il lavoro nel pomeriggio. Inoltre, va tenuto presente che, in estate, nel sud della Spagna le temperature sono troppo alte a mezzogiorno per lavorare all’aperto.

fallimenti

Un’altra delle parti che spiccano in Spagna sono i Fallas, che si tengono a Valencia i giorni prima del 19 marzo. In questi giorni grandi monumenti in pietra di cartone sono collocati in tutta la città che finiscono bruciando Alla fine delle celebrazioni.

Inoltre, a mezzogiorno viene lanciato dalla City Hall Beach di questa città il mascletà, un grande set di petardi. Questo spettacolo dura circa cinque minuti.

I falleras sono le donne che rappresentano il popolo valenciano in questi giorni. I loro costumi sono tradizionali, di grande colore e bellezza. Se vuoi conoscere il resto dei costumi tipici del paese, li troverai qui: I costumi tipici della Spagna da parte di comunità autonome.

Tomatina

Un’altra festa che non passa inosservata ed è considerata strana da alcuni è la Tomatina. Questo è celebrato a Buñol, una città di Valencia, ogni anno alla fine di agosto.

Questo evento è composto da gettare i pomodori l’un l’altro. Le strade sono affollate di gente e la città finisce tinta di rosso per alcune ore.

Sebbene in precedenza fosse un’attività aperta al pubblico, attualmente ha una capacità limitata, quindi se vuoi vivere questa esperienza devi acquistare un biglietto in anticipo.

Questo articolo è stato condiviso 76 volte.

Infine, abbiamo selezionato l’articolo precedente e successivo del blocco “Diversità culturale“così puoi continuare a leggere:

Lascia un commento